Di record ne ha già conquistati parecchi Billie Eilish – è stata la più giovane pop star a vincere i tre grammy principali: miglior artista, canzone dell'anno, miglior album  - ed ora se ne aggiunge un altro: è anche la cantante più giovane della storia ad aver scritto e registrato il brano portante della colonna sonora di un film della saga di James Bond, da oggi disponibile in tutti gli store digitali.

  La ascoltiamo insieme?

Ci sono pochi eletti chiamati a registrare un tema per la serie di James Bond. Sono un grande fan di Billie e Finneas (il fratello che ha firmato il brano con lei, ndr). Il loro talento e la loro integrità creativa non sono secondi a nessuno e non vedo l'ora che il pubblico ascolti ciò che hanno creato: una nuova prospettiva per le generazioni future", ha dichiarato il regista Cary Joji Fukunaga.

No Time To Die uscirà nelle sale ad aprile. La trama: James Bond ha lasciato il servizio attivo e si sta godendo una vita tranquilla in Giamaica. La sua pace, però, dura poco. Il suo vecchio amico Felix Leiter della CIA va da lui a chiedere aiuto. La missione di salvare uno scienziato rapito si rivela molto più complessa del previsto, portando Bond sulle tracce di un misterioso malvagio armato di pericolose nuove tecnologie. 

Nicola Dove

La theme song è stato prodotta dal fratello Finneas insieme a Stephen Lipson, con arrangiamenti orchestrali di Hans Zimmer e Matt Dunkley e chitarre di Johnny Marr (leggendario chitarrista degli Smiths). Il brano sarà presentato per la prima volta dal vivo il prossimo 18 febbraio ai Brit Awards a Londra e Billie Eilish sarà accompagnata dal fratello Finneas e da due importanti special guest, Hans Zimmer e Johnny Marr.

Le sue parole a commento: “È pazzesco essere parte di questo progetto. È un grandissimo onore firmare il brano portante del film che è parte di una serie così leggendaria. James Bond è la saga più incredibile che esista. Sono ancora scioccata”. Aggiunge Finneas: "Scrivere la colonna sonora di un film di James Bond è qualcosa che abbiamo sempre sognato di fare per tutta la vita. Non esiste un abbinamento più iconico di musica e cinema di artisti del calibro di Goldfinger e Live and Let Die. Ci sentiamo davvero fortunati a recitare un piccolo ruolo in un franchise così leggendario, lunga vita a 007”.